Domande

movimento antiproibizionista


cri

buongiorno Signor Staderini.
sono una ragazza siciliana di 25 anni che ha perso totalmente ogni fiducia nella politica, vedo solo dei vecchi che si scannano per i loro interessi. ma questo e' un altro discorso.
qualche settimana fa, sono stata in vacanza ad Amsterdam con 2 miei amici. ho trovato l'opposto di cio' che mi aspettavo; tante bici!! poco traffico, ordine, niente caos, strade pulite, gente cordiale (alcuni con noi italiani sono veramente antipatici, ma ne capisco il motivo, visto chi ci rappresenta, diciamo che ce lo meritiamo). li' sesso, droga e gioco d'azzardo sono legali; vuoi fumare? vai in un coffe shop. vuoi bere? vai in un pub. vuoi giocare? vai in un casino'.guai pero', a fare tutto quello che ho sopraelencato in giro per le strade.(io ho visto solo una volta la polizia perquisire un uomo per strada,generalmente si occupava di altro.. ede erano anche molto cordiali, al contrario delle nostre forze dell'ordine -.-). non mi preoccupavo di uscire la sera, a parte qualche spacciatore di cocaina non trovavi nessuno che ti importunava... mi chiedo: perche' non proporre un sistema politico come quello olandese? da premettere che non ne so nulla sulla politica olandese, ma mi e' sembrato un buon sistema.. vedo che in italia non ci si occupa piu' con forza e convinzione di anti proibizionismo.. vorrei una lotta (ovviamente non violenta ma efficace). attendo la sua risposta con impazienza. a presto -cry-


ciao cry,
hai perfettamente ragione.
stiamo riorganizzando le forze proprio per proporre una grande lotta come anche tu speri.
fatti sentire pero perche da soli non ce la facciamo!

CONFLITTO D'INTERESSE MEDIASET - RAI --- ACCERTAMENTI DANNI ERARIALI


Romano Massenzio

1.Perchè non si fà qualcosa per stroncare lo scandaloso conflitto d'interesse tra il proprietario di un network privato che controlla a piacimento la TV di stato. Ovvero se non fosse per i bunga bunga avremmo di fatto una videocrazia senza colpo ferire sine die.
2.Perchè l'opposizione non mette sù un bel pool di avvocati per chiarire le responsabilità dei danni all'erario per centinaia di milioni di euro provocati da:
- mancati accorpamenti dei referendum;
- mancato summit a La Maddalena;
- vaccini 2008 per la febbre suina non necessari;
- mancata riforma dell'8 x mille, e dell'ICI con la chiesa;
- mancata riforma del fisco e cancellazione delle norme antievasione del governo Prodi;
- la "lievitazione" dei costi dell'alta velocità;
- 4 mld di euro di regali per accordi con l'amico tiranno Gheddafi;
- mld incalcolabili per danni d'immagini all'estero.


si potrebbe rispondere che molte delle nefandezze di cui parla sono state legalizzate dal parlamento, e questo è il vero problema

Il futuro dei Radicali


Carlo

Caro Staderini,
Sono sostanzialmente d'accordo con il 90% delle battaglie radicali e mi sono dato da fare nel mio piccolo per contribuire al loro successo.
Ho una domanda da farti: Come mai il vostro partito è così spesso nel filo del rasoio della sopravvivenza?
Mi lo sono chiesto tante volte, scartando i luoghi comuni e il complotto paranoico raccontato da Panella.
Dopo qualche perplessità, sono riuscito a costruire una ipotesi che vorrei condividere con te.
La chiave l'ho ottenuta in una riunione dei radicali a Milano; precedentemente si aveva parlato di cosa fare a Milano per i festeggiamenti del 20 settembre, ma quello che si fecce fu tutt'altro. Come spiegazione d̠e̠l̠ cambio di programma, ci fu detto che si aveva fatto quello che da Roma avevano chiesto.
Certo che dopo questa esperienza cominciai a guardare i Radicali con più attenzione: mi ressi conto che Panella è il Partito Radicale, lo è da 60 anni, a la faccia del partitini uninominali tanto criticati; che Panella mette le persone del partito nella finestra e le defenestra quando vuole, se vuole la Cassu votate la Cassu, se vuole la Welbi in parlamento la Welbi va in parlamento (a dispetto di chi magari milita da anni e alla faccia dei criticati partiti di nominati) e così via, lo saprai meglio di me. Le strategie di partito le fa Panella, la rappresentanza dei radicali in Italia la fa Panella, le battaglie le fa Panella, l'aria di setta la fa il santone Panella, Panella non è solo i Radicali, Panella è tutto.
Ma il peggio non è questo; il peggio è che il partito radicale è plasmato da Panella, il seguito ha per forza dovuto conformarsi a lui e non si vede quindi uno spiraglio d̠i̠ rettifica.
Quella è la mia ipotesi. Perché credi tu che i Radicali non crescono?


io sono stato eletto senza indicazione di "panella" che anzi ha dichiarato di votare per la mia avversaria

manovra del governo


pietro

La manovra del governo è tutta sbagliata perchè non si debbono mettere tasse su tasse ma eliminare gli sprechi degli enti locali e di tutti gli uffici pubblici e far pagare le tasse a chi non l'ha mai pagate vedi il vaticano e tutti i professionisti che le evadono.


parole sante

sei il figlio dell'amministratore delegato dell 'acea?


emanuela tidore

ciao Mario, sei per caso il figlio o parente di marco staderini, l'amministratore delegato dell'acea?
un saluto
Emanuela


no!

accanna pannella


pannella merda

ancora co uer cojone de merda? e cresci ciai 40 anni cammina da solo mandalo a fare in culo sto vecchio der cazzo è finito lui e berlusconi


Amen

Problema delle droghe


Gregorio

Buona sera Staderini, ieri sera su radioradicale ho riguardato la serata di "Porta a Porta". Era invitata Rita Bernardini e hanno discusso delle droghe. Era assolutamente evidente l'impostazione della puntata. Tutti contro uno. Ascoltando TUTTI gli interventi si capiva (io da studente Coscioni, lo noto. Come tutti i radicali) le "ideologie" di Giovanardi. Sono riusciti a far passare la Bernardini come la drogata che chiede la legalizzazione senza tener presente l'educazione e l'attenzione sul problema della rieducazione. Mi pongo molte domande, non mi fermo ad accettare un affermazione. Sono una persona che vuole andare a fondo nelle questioni. Cerco di informarmi da più fonti possibili riguardo la problematica delle droghe. Non perchè voglio farne uso, ma per poter sostenere la tesi che appoggio: "legalizzazione" per risolvere un problema abbandonato a se stesso. I nuovi libri che ha pubblicato il ministro sui danni che della cannabis e delle varie droghe, sono basati su FONTI SCIENTIFICHE? Ho sentito la conferenza che si era svolta un paio di mesi fa dall'ass. Antiproibizionista e le tesi, i dati erano opposti a quello che dice lui! La domanda sorge: quali dati sono attendibili? è possibile che un ministro falsifichi delle informazioni così inportanti? Nessuno capisce che mentre "loro" obbligano e proibiscono, lasciando in mano ai criminali il narcotraffico, "noi" vogliamo controllare tutti gli aspetti, facendo cosi venire a galla in tutte le sue facce il problema. "...non rivendichiamo il diritto di assumerla, ma che bisogna riuscire ad inserire nella consapevolezza, nel costume, il senso della NON NECESSITA' di quello..." diceva Pannella.


Trasmissioni come quelle hanno uno schema solo, la droga fa bene o fa male? Non si parla di politica ma di etica e quindi non si puo mai far prevalere la ragione.
Ma non la vinceranno loro

Informazione


Mario Mero

Buongiorno, mi chiamo Mario Mero, ho 27 anni, sono ingegnere e vivo in Francia. Vorrei avere informazioni riguardo i Radicali qui, se esiste un movimento se posso renderemi utile in qualche modo (oltre alla piccola donazione spontanea..) o anche se devo cominciare da zero.
Grazie
Mario


Ciao mario,
In francia non abbiamo gruppo organizato ma proprio per questo serve il tuo aiuti! Sentiamoci presto

Consiglio Comunale - Interr. a risposta scritta


Gennaro Domestico

In qualità di consigliere comunale, ho indirizzato al sindaco del mio comune una interrogazione a risposta scritta circa una gara d'appalto. Il regolamento consiliare prevede che mi avrebbe dovuto rispondere entro quindici giorni. Essendo passato un mese, cosa devo fare ? Aggiungo che anche una richiesta di atti, circa lo stesso argomento, è rimasta senza risposta. Grazie.


Non ci sonoazioni legali ma solo politiche, ovvero trovare il modo di sputtanarlo.
Se pretendi una risposta c'e' sempre l'iniziativa nonviolenta
In boccq al lupo

grazie


marilena fiorentino

ciao mario, sono quella ragazza della puglia, volevo ringraziarti davvero perchè si è fatto sentire Antonio Bonatesta della puglia per informarmi sulle associazioni radicali che ci sono qui e per farne parte, e mi ha detto che l'hai ricordato tu di me...grazie dal profondo del cuore!!! mi fai sentire poarte integrante del vostro progetto
un abbraccio enorme fatti sentire
marilena


Ciao mary, come sta andando?!

ampliamento aeroporto di fiumicino


antonio pellicanò

sarai sicuramnete al corrente dell'enorme speculazione edilizia su 1.300 ettari terreni della Maccarese spa e progettata dai soliti noti(Caltagione,Impregilio,Benetton,ADR) coperti dai loro supporter politici schierati nelle varie fazioni del "monopartito imperfetto" .
Parlo del progetto,ormai quasi esecutivo, dell'ampliamento dell'aeroporto di Fiumicino,che sta apssando nell'indifferenza e silenzio generale.
Giovedì 22 luglio alle ore 16.30 presso la "Sala Nuova" nella sede del Consiglio Regionale in Via della Pisana n.1301 è stato indetto un incontro con i capogruppo della minoranza (PD, SEL, IDV, ...) .
Vorrei sperare se ci saranno anche gli eletti della lista Bonino Pannella e conoscere comunque la tua posizione in merito.


ciao Antonio,
credo che il consumo del territorio vada arrestato e riconvertito molta dell'orribile e pericolosa armatura urbana esistente.
chiedero ai consiglieri regionali radicali a che punto stiamo, de pascalis so che se ne stava occupando

questione maschile ed aree soggette a spopolamento


filomeno viscido

dai dati risulta che gli uomini vivono anni in meno delle donne, che sono la grande maggioranza delle dipedenze(droga,alcol), la maggioranza della popolazione carceraria, il sesso maggioritario nella dispersione scolastica.
i Radicali hanno pensato qualche politica ad hoc come hanno fatto per campagne pro-donne?

in Italia, molti piccoli comuni, specie nell'appennino meridionale, sono a rischio estinzione per via dello spopolamento con evidente perdita non solo di cultura tradizionale ma anche di agricoltura ed agriturismo non industriali.
vi è un piano dei Radicali per le aree soggette a spopolamento?


ciao Filomeno, interessante quanto rilevi.
Piani radicali "sull'uomo" non ne essitono, così come non abbiamo avuto campagne per le donne in senso stretto.
nelle lotte per l'affermazione dei diritti è naturale che emergano aspetti di una parte

quanto allo spopolamento, come radicali ci siamo mossi insieme all'urbanista aldo loris rossi proprio per arrestare il fenomeno di cui parli. ci sarebbe bisogno di persone che vi lavorassero, perche non ci dai una mano?

Federalismo fiscale


Gregorio

Buon giorno Mario, volevo chiedere una cosa alla quale non riesco a dare una risposta: il federalismo fiscale. Cosa ne pensi? i radicali cosa dicono a riguardo? secondo te, un federalismo fiscale (come proposto dalla lega), permetterebbe alle regioni del nord di arricchirsi e alle regioni del sud di rialzarsi, oppure, si avrà uno squilibrio ancor più potente tra nord e sud? (il sud rischierebbe cioè di cadere totalmente nelle mani della mafia). Vi seguo da tempo e vi appoggio, però mi sfuggono alcune questioni e vorrei chiarirle. Grazie. Un abbraccio e Forza!!


ciao Gregorio,
domanda seria la tua.
il fatto è che le parole rimangono tali sino a quando non si traducono in norme.
al momento il federalismo come lo hanno scritto è una duplicazione di burocrazia, mentre non c'è devoluzione di poteri innanzitutto ai cittadini.
Sino a quando non ci sarà una riforma elettorale in seno maggioritario uninominale sarà difficile pensare federale. Federalismo è legame peculiare con il territorio nell'ambito di una visione complessiva, per cui il primo passo è far si che gli eltti siano conosciuti e giudicati da un territorio.
tutto il resto è fuffa

Legalizzazione


Flavia Cappellini

Ciao Mario, so che vi battete per la legalizzazione delle droghe leggere. Come vi relazionate, però, ad un eventuale proposta di legalizzazione di tutte le droghe? in fondo, se l'obiettivo finale è colpire la malavita e tutelare le libertà civili dei cittadini, combattere solo per la marijuana e simili mi sembra una battaglia lasciata a metà... e soprattutto da un risultato veramente parziale.
Grazie per la risposta


ciao Flavia
la legalizzazione è un metodo e quindi vale in teoria per tutte le droghe.
si tratta di sperimentare soluzioni ed in base alle risposte affinarle.
quella sulla marijuana è la prima da vincere perche riguarda il numero maggiore di consumatori ed è tecnicamente una non-droga

complimenti!!!


marilena fiorentino

ciao mario, quanto tempo che non ci sentiamo, come stai???
sono quella ragazza della puglia. volevo farti i complimenti perchè ho appena letto che sei il nuovo segretario radicale!!! COMPLIMENTI VIVISSIMI CHE VENGONO DAL CUORE...non mollare maii..e ti auguro le cose più belle della vita...
tua marilenaa baciii
fatti sentireee ti adoroooo


ciao marilena, grazie mille.
proprio in queste ore ci sono compagni radicali in puglia ed a lecce a breve ci sara' il congresso dell-associazione radicale locale.
fatti sentire anche con loro, cosi inizieremo a lottare insieme a distanza